From the Italian Press: Major Bust in Italy

Not sure if this will get coverage in English or not … from Il Tempo:

Sono 70 gli indagati nell’inchiesta condotta dai Carabinieri del Nucleo tutela patrimonio culturale di Cosenza che ha consentito di recuperare 17mila reperti archeologici. Le investigazioni hanno preso spunto dall’individuazione di un personaggio della provincia di Crotone, abitualmente dedito alla illecita ricerca sul territorio calabrese e alla commercializzazione di beni di natura archeologica mediante l’aggiudicazione di aste ed inserzioni online. I successivi approfondimenti investigativi hanno consentito di ricostruire la consistenza dell’intero traffico illecito degli ultimi anni e di identificare gli operatori del mercato clandestino di riferimento. A questo punto, sono stati avviati mirati accertamenti finalizzati a stabilire la provenienza dei beni archeologici commercializzati e la loro lecita detenzione. Accertata la presunta illiceita’ dell’attivita’ posta in essere e’ stata eseguita una perquisizione, e successivo sequestro, ordinata dalla Procura della Repubblica di Crotone. L’indagine che e’ stata condotta in varie fasi e localita’ del territorio nazionale ha portato alla denuncia di 70 persone per reati che vanno dalla ricettazione alle violazioni al Testo Unico sui beni culturali. Sono stati sequestrati 16.344 reperti archeologici tra cui oltre 15mila monete in argento e bronzo di epoca magno greca, romana e bizantina; 10 metal detector; 1.200 reperti archeologici, consistenti in vasi ceramici, fibule, anelli, bottoni, pesi da telaio e monili in ceramica; 42 reperti di natura paleontologica. Completati gli esami di rito i reperti archeologici saranno, al piu’ presto, messi a disposizione delle competenti Soprintendenze Archeologiche per consentirne la fruibilita’ pubblica e gli opportuni approfondimenti scientifici.

The gist: of the 17 000 items recovered, 15 000 or so were silver or bronze coins; the remainder were ceramics, pins, loom weights, etc. from Magna Grecia, Roman, and Byzantine times. They appear to have been selling things online in various places …

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s